È senza dubbio uno dei luoghi più straordinari del nostro pianeta. Ogni isola è un mondo a sé, ognuna con peculiarità e habitat differenti. Le innumerevoli specie animali sembrano essersi accordate su una spartizione equa delle terre. Il rapporto uomo/natura è forse ciò che più sbalordisce. Gli animali non temono il confronto con l’uomo, non fuggono, anzi sono curiosi, si avvicinano, a volte con impertinenza, come a voler ricordare chi è il padrone delle isole. Una sorta di Eden, dove l’equilibrio tra esseri viventi disorienta i visitatori.

L’altipiano andino è una delle aree più straordinarie e remote dell’intera cordigliera. Alcune di queste regioni risultano ancora inesplorate ed è proprio nelle province di Catamarca, Salta e San Pedro de Atacama che si possono percorrere gli itinerari più lontani dai percorsi turisti. Qui si assiste ad un continuo alternarsi di laghi salati, deserti d'altura, geyser, vulcani, fumarole e luccicanti lagune colorate che riportano a un ambiente primordiale.

Un itinerario unico, lontano dalle rotte turistiche, che sconfinando più volte tra Chile e Argentina tocca gli scenari più suggestivi della Patagonia. Seguendo due strade diventate leggenda, la Ruta 40 e la Carretera Austral si attraverseranno ghiacciai, fiordi, lagune, pampa e remoti villaggi che hanno fatto la storia di una regione misteriosa e ricca di fascino. Il nostro accompagnatore Davide Pianezze (autore del libro fotografico Chile – Panamericana 5 - Edizioni Velar) vi porterà alla scoperta di scorci, situazioni e personaggi.

Viaggio attraverso la natura più estrema di Argentina e Cile. Dalle maestose cascate di Iguazù, immerse in una fitta foresta tropicale, ai ghiacci e alle cime policrome della sconfinata Patagonia, fino a raggiungere una delle mete più remote ed enigmatiche della Terra: l'Isola di Pasqua.